termeLe sorgenti e i fanghi minerali di Sciacca, giudicati tra i più efficaci al mondo, richiamano una sempre più numerosa presenza di studiosi, malati e turisti. E' una stazione termale di primaria grandezza che risulta sapientemente strutturata per accogliere chi va alla ricerca di salute e relax.

Presso le Terme Regionali di Sciacca sono in funzione tutto l'anno il Reparto di Cure Termali ed il Reparto di Fisio-Chinesiterapia.
Le tecniche terapeutiche praticate, rappresentano il frutto del notevole grado di progresso tecnologico raggiunto nel campo dello sfruttamento delle acque minerali e posseggono ciascuna precise indicazioni e specifiche caratteristiche terapeutiche.

Tutte le cure sono convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale attraverso il quale si possono ottenere un ciclo di cure termali ogni anno o diversi cicli di cure riabilitative, a parere del medico curante.

Androterapia:
Le grotte vaporose di S. Calogero, situate sul Monte Kronio, a 7 km dalla città, sono le più antiche terme di cui si conservi il ricordo. Sono ricavate nella viva roccia. La cura è indicata nella fibromialgia e negli altri reumatismi extraarticolari, nelle artrosi e nella gotta. La durata di ogni seduta è di circa 20 minuti seguita dalla fase di reazione della durata di altri 20 minuti. Un ciclo di cure antroterapiche comprende 12 sedute ed è opportuno ripeterle due volte in un anno.

Chinesiterapia:
Di grosso interesse terapeutico sono le avveniristiche strutture del reparto di chinesiterapia corredato della palestra e di una piscina attrezzata per la riabilitazione motoria.

L'acqua contenuta all'interno della piscina è anch'essa sulfurea. La peculiarità di tale terapia è quella di sgravare le articolazioni dal carico del peso corporeo, e di indurre, con il calore, la risoluzione delle contratture muscolari, permettono un migliore e più rapido recupero funzionale.

Dermatologia:
In gran parte delle situazioni morbose legate alle malattie della cute vi è una decisa indicazione alla terapia termale. Psoriasi, acne volgare, dermatite seborroica, eczemi, dermatiti allergiche traggono sicuro giovamento dalla somministrazione di acqua sulfurea attraverso nebulizzazioni, balneo-terapia, fangoterapia e doccia filiforme. Si pratica una applicazione al giorno e un intero ciclo di cute dura dodici giorni. 

Fangoterapia:
Il fango termale utilizzato in questi stabilimenti è il prodotto di un lungo processo di maturazione durante il quale l'argilla, posta a maturare in acqua sulfurea all'interno di apposite vasche, per un periodo che va da 6 mesi ad un anno, subisce una serie di reazioni chimiche, fisiche e biologiche, che trasformano il fango vergine in “fango maturo” dotato di peculiari proprietà terapeutiche.
Il fango viene applicato sulla parte del corpo da curare per circa 20 minuti. Completa in genere la seduta il bagno in acqua sulfurea ed il massaggio.

Magnetoterapia:
Associati ai reparti di terapia termale sono le modernissime strutture del reparto di fisiocinesiterapia che completano la serie di pratiche terapeutiche destinate alla riabilitazione dell'apparato muscoloscheletrico, neurologico e dell'apparato respiratorio.
Gli interventi mirano a favorire, attraverso la stimolazione di un substrato anatomico compromesso (nel caso in cui esso non sia distrutto, ma inutilizzato e disorganizzato nella sua funzione), la riabilitazione e la programmazione del movimento nel suo insieme.
Le terapie praticate sono abbinabili tra di loro e seguite da personale medico e paramedico specializzato.

Angiologia:
Un altro reparto attivo presso lo stabilimento delle Terme di Sciacca è quello destinato alla cura delle vasculopatie periferiche.
L'insufficienza venosa cronica degli arti inferiori viene curata attraverso l'idromassaggio praticato in apposite vasche di acqua sulfurea ozonizzata, alla temperatura di circa 35°C. Un intero ciclo di cure comprende dodici sedute, della durata di circa quindici minuti ciascuna, e sono seguite sempre dalla fase di reazione, cioè, da una fase di riposo.

Apparato respiratorio:
Molte patologie croniche a carico dei bronchi e dei polmoni traggono notevoli vantaggi dalla crenoterapia sulfurea: le bronchiti croniche catarrali semplici, le broncopatie complicate da componenti ostruttive si giovano delle cure inalatorie con acqua sulfurea praticate attraverso le tecniche dell'aereosol-terapia, dell'humage e delle nebulizzazioni. Ogni seduta, nel reparto di pneumatologia ha la durata di 15 minuti ed è assistita da specialisti. Le cure termali devono durare minimo 12 giorni.

Dietologia Fisioterapia:
Il principio generale della fisioterapia praticata in ambiente termale è quello di sfruttare sinergie tra le due forme di terapia, attraverso la collaborazione di fisiatri e medici termali. La terapia termale coniugata ai bagni, ai fanghi, all'antroterapia e alla fisiocinesiterapia si pone con successo nella cura di tutte quelle sintomatologie dolorose sostenute da contratture muscolari. I reparti attivi dal lunedì al venerdì. Le cure vanno eseguite a cicli di dieci sedute, possono essere ripetute più volte nel corso dello stesso anno.
L'accettazione dei curanti è operata da un'equipe di specialisti in Ortopedia e Traumatologia.

Ginecologia:
La terapia termale rappresenta una valida possibilità per il trattamento delle affezioni dell'apparato genitale femminile, specie nei casi in cui il trattamento medico farmacologico si sia dimostrato inefficacie o vi siano controindicazioni o fenomeni di intolleranza.
La terapia termale consente la normalizzazione dell'ambiente vaginale con conseguente, riduzione dei disturbi. Ogni ciclo ha la durata di 12 giorni.

Otorinolaringoiatra:
Estremamente importante è anche il trattamento in ambito termale delle patologie infiammatorie croniche che interessano le prime vie aeree e l'orecchio medio.
Le riniti croniche, allergiche, ipertrofiche, vasomotorie, ozenatose, le faringiti e le laringiti catarrali, le tracheiti croniche, nonché le sinusiti croniche recidivanti, le adenoiditi e le tonsilliti croniche, rappresentano tutte precise indicazioni da crenoterapia termale. Le insufflazioni endotimpatiche sono indicate nella prevenzione e terapia della sordità rinogena e spesso risolvono dopo poche sedute casi di ipoacusia anche marcata.
Un ciclo di cure dura 12 giorni e sono sempre somministrate sotto il diretto controllo di medici specialisti.

Map: 
Tipo Informazione: 

Richiedi informazioni

Contattaci

Share