Palermo(A 96 km) Legata a Cartagine dopo la guerra di Himera del 480 a.C., Palermo conquista sempre più importanza nella scena politica dell’isola, potere che viene a declinare solo nel 254 a.C. con la conquista romana che sposta a Siracusa la capitale della Provincia dell’Impero. Palermo passa nell’831 nelle mani degli Arabi che ne fanno una splendida città, ma è dall’948, quando la Sicilia diviene un emirato, che Palermo raggiunge il massimo della sua bellezza come capitale colta e raffinata. La successiva dominazione, quella Normanna, avventa nel 1072 riconferma l’importanza di Palermo, del potere della sua nobiltà e del suo clero, che fra vari avvenimenti storici rimarrà per sempre la capitale dell’isola.

Il cuore storico ed artistico della città è rappresentato dai quartieri che gravitano intorno alle due arterie principali: via Vittorio Emanuele e via Maqueda che s’incontrano ad angolo retto nei famosi “Quattro Canti” per via dei quattro angoli smussati dei palazzi barocchi che vi prospettano, ornati di statue e fontane. Vicino si apre la piazza Pretoria con l’imponente palazzo Senatorio o del Municipio, detto anche palazzo delle Aquile, la chiesa di S. Caterina e la grandiosa fontana Pretoria. Di seguito si può ammirare la chiesa della Martorana, chiamata pure Santa Maria dell’Ammiraglio, prezioso gioiello dell’arte normanna, edificata nel 1143. Adiacente alla villa Bonanno, su un’altura sorge il palazzo Reale o palazzo dei Normanni, che rappresenta uno dei più importanti monumenti della città per importanza storico – artistica. Nel 1130, Ruggero II divenne re di Sicilia e ne fece la sua magnifica reggia, ingrandendola e costruendo la cappella Palatina, uno scrigno che raccoglie in se le più alte espressioni dell’arte di tre civiltà: la bizantina, l’araba e la normanna.

La visita di Palermo prevede un’obbligatoria sosta alla Cattedrale, costruita nel 1145, che presenta una sovrapposizione di stili dati dalle aggiunte succedutesi nel tempo. Altre testimonianze della presenza dei normanni a Palermo è data dalla chiesa di San Giovanni degli Eremiti, la Zisa e la Cuba. Molto suggestivi da visitare due luoghi dalle tipologie diverse: le catacombe dei Cappuccini ed il caratteristico mercato della “Vucciria”.

 

Map: 
Tipo Informazione: 

Richiedi informazioni

Contattaci

Share