Archi di Pasqua a San Biagio Platani

Pasqua a San Biagio Platani (AG) esposizione degli Archi di Pasqua: arte, musica, eventi culturali. La tradizione degli Archi di Pasqua risale alla seconda metà del Seicento e si ripete ogni anno, nel periodo pasquale. Tra tutte le manifestazioni che celebrano la Santa Pasqua, quella che si svolge a San Biagio Platani è una delle più importanti. Questo rito nasce dal culto della Madonna e di Cristo e pone le sue radici nel ‘700.

A questa tradizione si deve la nascita delle due confraternite, Madunnara e Signurara, che con tanto amore rinnovano ogni anno questa meravigliosa manifestazione. Questa divisione del paese nelle due confraternite da origine ad una competizione appassionante, che si conclude la notte di sabato, quando ciascuna confraternita allestisce la parte del corso che le compete.

Gli Archi di Pasqua sono ufficialmente pronti dalla mattina di Pasqua e rimangono esposti anche nelle settimane successive. La preparazione, che inizia qualche mese prima di Pasqua, richiede le canne, il salice, l’asparago, l’alloro, il rosmarino, i cereali, i datteri e il pane, ognuno dei quali è ricco di un significato simbolico. La parte più suggestiva è costituita dagli archi centrali, sotto i quali la domenica mattina avviene l’incontro tra Gesù risorto e la Madonna.

Il significato religioso degli Archi di Pasqua è rappresentare il trionfo di Cristo sulla morte. Anche quest’anno, con l’arrivo della Santa Pasqua, è già in moto la macchina scenica degli ‘Archi di Pane’.